ASSEGNAZIONE LEGNATICO 2018 ALLA POPOLAZIONE RESIDENTE

ASSEGNAZIONE LEGNATICO 2018 ALLA POPOLAZIONE RESIDENTE

IL SINDACO AVVISA

Che a norma dell’art. 2 del regolamento per l’esercizio dell’uso civico di legnatico gli utenti residenti nel territorio comunale possono fare richiesta entro il 15.03.2018 per:

A). Raccogliere a titolo gratuito la legna secca giacente a terra avente un diametro massimo di 10 cm. (art. 2 lett. A del regolamento).

Gli interessati devono presentare istanza in carta libera presso gli uffici comunali, specificando la località in cui intendono effettuare la raccolta e la quantità presunta di legna che verrà prelevata. Gli uffici comunali, esperito il controllo, autorizzeranno la richiesta.

B). Avere in assegnazione a titolo oneroso legna da ardere per uso focatico per le esigenze del proprio nucleo familiare (art.2 lettera B ).

Verrà considerata unicamente una istanza per ogni nucleo famigliare. L’amministrazione comunale, valutata l’effettiva condizione di utente per i singoli richiedenti, autorizza l’assegno ed invia le istanze agli uffici competenti che procedono alle operazioni di martellata.

Gli uffici competenti dopo aver provveduto alla suddivisione della plaga in singoli lotti o dopo aver diviso la legna giacente a terra sul letto di caduta o accatastata in singoli lotti, procedono all’assegno adottando il sorteggio fra gli assegnatari invitati per lo stesso giorno ed ora.

Ogni assegnatario verrà avvisato della avvenuta assegnazione, con l’invito a trovarsi nel bosco destinato nel giorno e nell’ora fissata per la consegna con la prova dell’avvenuto pagamento; in caso di impedimento potrà essere presente persona dal medesimo delegata.

Il rifiuto del lotto assegnato determina la perdita del diritto all’assegno. La stessa disposizione vale per coloro che non si presentano alla consegna.

Potranno essere assegnate unicamente piante troncate, secche gravemente lesionate o comunque in condizioni tali da non dover restare in dotazione al bosco. E’ fatto assoluto divieto agli utenti di cedere a qualsiasi titolo i prodotti legnosi assegnati o di trasferirli fuori dell’ambito comunale. Se a seguito di controlli dovesse essere riscontrata qualsiasi forma di commercializzazione del materiale concesso o il suo prevalente trasferimento fuori dal territorio comunale, l’assegnatario e tutto il nucleo famigliare non potranno accedere ad altre assegnazioni per un quinquennio.

Non è considerato commercializzazione l’utilizzo del focatico per uso riscaldamento di locali siti in comune di Massello e destinati ad attività economiche o a luogo di culto.

Coloro i quali non procedano, dopo l’assegnazione, alla rimozione del legname assegnato, fatti salvi motivi legati a condizioni di forza maggiore, non possono partecipare ad ulteriori assegnazioni.

L’assegnatario deve provvedere alla pulizia del bosco, alla pulizia ed al ripristino dei sentieri e delle strade interessate dai lavori di esbosco.

Massello, 08.02.2018 Il sindaco Willy Micol

MODELLO PER FARE DOMANDA DI FOCATICO