Stampa
Mercoledì 25 Novembre 2009 21:23
Un paî deipeuplà  Lo spopolamento

La i à agù un tëmp, cant Masèel èro talamënt peuplà për raport a la pocco richéso dë sâ tèra, quë cazi toutta lâ famillha avìën calcun qu'anavo ën Franso sërchâ travalh. Dâ 1838 la i avìo 733 abitant; 645 èrën vôdouà e 88 catoli. Dâ 1853, 801 abitant; 703 èrën vôdouà e 98 catoli; dâ 1908, 577 abitant. Lî dërìe 50 ann, la poupulasioun ê ënvécche vëngùo aval, vër lou bâ dë la valaddo, e î touërnën amount mëc l'îtà. Euiro a Masèel la i à mëc pi calc famillha. 
 

Capra affacciata a una finestra

Un tempo Massello, con un'alta densità abitativa in rapporto alla scarsità di risorse, fu caratterizzato dall'emigrazione, soprattutto verso la Francia. Nel 1838 vi erano 733 abitanti, di cui 645 valdesi e 88 cattolici; nel 1853, 801 abitanti, di cui 703 valdesi e 98 cattolici; nel 1908, 577 abitanti. Negli ultimi cinquant'anni, la popolazione si è invece dislocata verso la bassa valle, ritornando al paese solo d'estate. Attualmente, gli abitanti sono poche decine.

 

Ultimo aggiornamento Martedì 15 Dicembre 2009 16:09